Un giorno in Lessinia

 

La Lessinia è la zona prealpina a nord di Verona, tra la val d’Adige e la provincia di Vicenza.

dsc_2992

E’ facilmente raggiungibile dal lago di Garda e merita sicuramente una gita di una giornata. Offre paesaggi molto diversi da quelli del Monte Baldo ed è particolarmente adatta a delle passeggiate con i bambini.

Il nostro punto di partenza è stato l’antico comune cimbro di Erbezzo, il più alto comune della provincia di Verona, dove abbiamo fatto una veloce colazione nella piazzetta accanto alla chiesa.

chiesa di Erbezzo
chiesa di Erbezzo

Da qui siamo partiti in direzione di Malga Lessinia, raggiungibile in circa 10 – 15 minuti di auto, dove abbiamo parcheggiato. La malga venne costruita per dare ospitalità alle truppe e ai finanzieri che servivano lungo il confine Austro-ungarico della prima guerra mondiale, che distava poche centinaia di metri. Oggi è una malga per l’alpeggio dove si può mangiare e si possono acquistare formaggi e altri prodotti caseari.

dsc_3119

Da Malga Lessinia parte un bellissimo sentiero, praticabile agevolmente anche dai bambini e adatto ad essere percorso con i passeggini adatti allo sterrato, che porta fino al rifugio Castelberto. La salita è facile e tutta al sole.

strada (SP14) che da Malga Lessinia sale a Castelberto: sulla destra il Monte Pastello e, oltre, il lago

Poco dopo Malga Lessinia si trovano alcune tricee di guerra, ben tenute, nelle quali le bambine hanno trascorso una buona mezz’ora, giocando a perdersi e a trovare tutte le vie per tornare al punto di partenza.

trincee

trincea malga lessinia

Abbiamo quindi proseguito tra prati e mucche fino a raggiungere il rifugio Castelberto, un tempo caserma militare che si trova all’estremo nord della Lessinia a 1765 metri slm, ove correva la linea di confine con l’Impero austro – ungarico.

castelberto

dsc_3053

Noi ci siamo fermati a Castelberto per il pranzo, mangiando degli ottimi gnocchi di malga, piatto tipico della Lessinia.

paesaggio da Castelberto
paesaggio da Castelberto. Sullo sfondo il Carega

A qualche decina di metri dal rifugio si trova un piccolo osservatorio ove sono indicate le cime montuose visibili. Da qui, la visione spazia davvero a 360 gradi sull’Adamello, il Gruppo del Brenta, la Presanella, il Pasubio, il Bondone, il Carega ed il Baldo.

la Val d'Adige vista da Castelberto
la Val d’Adige vista da Castelberto
il Monte Baldo
il Monte Baldo

La passeggiata, molto tranquilla e con varie soste, da Malga Lessinia a Castelberto e ritorno, con sosta pranzo è durata circa 3 ore.

dsc_3070

la strada che da Malga Lessinia porta al rifugio Castelberto
la strada che da Malga Lessinia porta al rifugio Castelberto

dsc_3112

Abbiamo quindi ripreso la macchina e scendendo verso Erbezzo ci siamo fermati a Malga Dardo, che si trova proprio sopra il paese di Erbezzo. Da qui si gode di un’incredibile vista sul lago di Garda, sulle colline bresciane e sulla pianura mantovana.

si vedono chiaramente le 2 Rocche di Garda ed il Monte Luppia
si vedono chiaramente le 2 Rocche di Garda ed il Monte Luppia

Il rifugio Dardo (1385 metri slm) è molto carino e, personalmente, ho mangiato la più buona torta di cioccolato e nocciole della mia vita!

tipico muretto a secco con la pietra della Lessinia
tipico muretto a secco con la pietra della Lessinia

Da qui parte una semplice passeggiata che in meno di 10 minuti porta alla faggeta ed ai famosi faggi secolari di Monte Busimo, camminando tra cavalli e mucche al pascolo.

faggio monte busimo erbezzo

I faggi sono davvero meravigliosi e meritano di essere visti ed abbracciati dai bambini! Il sentiero è ben indicato.

dsc_3279

Dopo una gustosa e ricca merenda a base di dolci, salumi e formaggi della Lessinia abbiamo ripreso la macchina ed abbiamo fatto una sosta a Bosco Chiesanuova, centro turistico per eccellenza della Lessinia. Abbiamo fatto un giro in centro, acquistando un po’ di formaggio Monte da portare a casa.

dsc_3016

Siamo poi risaliti in macchina per tornare sul lago di Garda.

dsc_3046

INFO PRATICHE

Per raggiungere Erbezzo dal lago si può salire da Peri, nella val d’Adige, percorrendo la strada Peri – Fosse (SP 57)oppure arrivare fino a Sant’Ambrogio di Valpolicella e poi prendere la strada che porta a Fosse passando da Monte, Cavalo e Breonio, piccolissime località che meritano una breve sosta.

Il tragitto dura circa un’ora. La Peri – Fosse è più veloce (è fondamentalmente una serie di tornanti), mentre la strada che sale da Sant’Ambrogio più bella paesaggisticamente.

dsc_3116

dsc_3086

dsc_3108

salti tra i sassi di Malga Dardo
salti tra i sassi di Malga Dardo

 

dsc_3241

 

 

 

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...