Monte Baldo: dalle Due Pozze a Ortigara

Passeggiare sul lato del Monte Baldo che si affaccia sul lago è sempre uno spettacolo.

Il basso lago di Garda visto dal Baldo

La passeggiata che vi suggeriamo oggi è semplice e alla portata dei bambini. Si arriva in macchina fino alla località Due Pozze (sopra Prada). Dal parcheggio si seguono le indicazioni per i baiti di Ortigara: in pratica si prende l’unico sentiero che sale.

Dopo un centinaio di metri, si scavalca la sbarra e si prende il sentiero di sinistra. La sterrata non è per niente faticosa ed è, per buona parte, ombreggiata.

Si attraversa la splendida faggeta con alberi secolari.

Ortigara è a 1400 m. Il baito fu costruito all’inzio del 1900 ed è curioso perché è a pianta quadrata col “logo del latte” a monte anziché a valle, come è tradizione nelle malghe del Baldo.

Le malghe (ossia i “baiti”) hanno due tradizionali stanze: il “logo del late” (la stanza del latte) e il “logo del fogo” (la stanza del camino). Il camino si vede anche dall’esterno ed ha una forma tipica.

Alcune volte, come a malga Pralungo, vi è un terzo locale, a monte, adibito a “casara” dove veniva stagionato il formaggio. Sotto il “logo del late” vi normalmente la stalla e il lato a valle è semicircolare.

 

 

Basta fermarsi qualche minuto sul prato per fare conoscenza con gli abitanti del Baldo!

Nei pressi di Ortigara si trova la chiesetta di Madonna della Neve datata 1663 ed eretta dai Marchesi Carlotti come residenza estiva e qui rifugiatisi per sfuggire alla peste del 1630. Ogni anno il 5 di agosto si svolge una bella festa.

Immagino che il nome di Ortigara derivi dalla presenza, davvero massiccia, di ortiche. Non dimenticate quindi un paio di guanti ed un sacchetto per raccogliere le ortiche: a cena potrete preparare uno squisito risotto con le ortiche e del formaggio del Baldo. E’ un risotto che noi adoriamo!

Una delle cime del Baldo, quella dove sorge il rifugio Chierego, è così vicina che viene sempre voglia di proseguire… Come spesso accade, la decisione spetta alle bambine, che a volte hanno voglia di camminare ancora, altre volte desiderano semplicemente godersi l’aria di montagna sedute su una coperta tra prati, mucche e cieli in continuo cambiamento.

La strada sterrata prosegue poi fino al baito di Ortigaretta.

La faggeta nei pressi di malga Ortigara è forse la più vasta e bella del Monte Baldo con esemplari secolari di faggio dai tronchi enormi e davvero imponenti.

Ritornati al parcheggio, consiglio una deviazione di circa 300 metri per andare a Malga Pralongo. Un luogo idilliaco e perfetto per mangiare qualcosa, bere una birra fresca e godere di un panorama mozzafiato.

Nelle giornate nitide, da qui, si vede tutta la pianura Padana e si distinguono perfettamente gli Appennini.

INFO PRATICHE:

Per arrivare alle Due Pozze dal lago di Garda si deve arrivare a San Zeno di Montagna, quindi proseguire per Prada. Poco prima del cartello che indica la località di Prada, sulla destra, inizia la strada che porta al parcheggio delle Due Pozze. La strada è asfaltata e lunga circa 4 km. Il parcheggio è abbastanza grande, ma nelle domeniche estive potrebbe già essere pieno a metà giornata.

La passeggiata dal parcheggio a Ortigara, con bambini al seguito dura circa 1 ora in andata e 45 minuti al ritorno.

Il sentiero descritto è il 51, da Cima Mandra a Baito Ortigara

 

4 pensieri su “Monte Baldo: dalle Due Pozze a Ortigara

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...