San Michele di Malcesine

San Michele è una frazione di Malcesine, conosciuta principalmente perchè qui si trova la stazione intermedia della moderna funivia che da Malcesine porta sul Monte Baldo.

I cavi della funivia che sale dal centro di Malcesine a San Michele
La funivia che sale dal centro di Malcesine a San Michele

Da marzo a fine ottobre, San Michele si raggiunge comodamente con la funivia. A novembre la funivia non è operativa e noi siamo quindi arrivati a San Michele in auto.

la stazione intermedia di San Michele
la stazione intermedia di San Michele

Abbiamo lasciato la macchina nei posti auto a monte della stazione e abbiamo seguito le indicazioni per la chiesetta di San Michele, che si trova a circa 10 – 15 minuti di cammino.

il sentiero che dalla stazione della funivia porta alla chiesetta di San Michele
il sentiero che dalla stazione della funivia porta alla chiesetta di San Michele

Si entra subito nella foresta demaniale del Baldo, che in questo autunno insolitamente caldo e straordinariamente soleggiato ci ha regalato dei colori bellissimi e dei paesaggi incredibili.

san michele 8 nov (35)

La passeggiata fino alla chiesetta è pianeggiante.

arrivo alla chiesetta di San Michele di Malcesine
Arrivo alla chiesetta di San Michele di Malcesine

La chiesetta è in posizione isolata e dal prato che la circonda si gode di una meravigliosa vista lago.

san michele 8 nov (61)

Sul retro della chiesetta, in corrispondenza del bel campanile, inizia un percorso della salute che ci siamo divertiti a percorrere con le bambine.

san michele 8 nov (50)

Con l’aiuto dei cartelli informativi dedicati ai bambini ed ai ragazzi, abbiamo imparato molte cose sull’habitat del Baldo e del bosco che abbiamo attraversato.

san michele 8 nov (38)

Tra gli uccelli descritti, le bambine hanno imparato a riconoscere la ghiandaia, sulla quale abbiamo imparato delle cose davvero curiose ed interessanti.

chiesa di San Michele di Malcesine
chiesa di San Michele di Malcesine

La passeggiata è perfetta per i bambini a partire dai 4 anni.

san michele 8 nov (90)

Si tratta di un circuito ad anello (prima parte in piano e poi in discesa, con un ultimo tratto in salita, fino alla chiesetta di San Michele) molto godibile.

san michele 8 nov (127)

Il percorso attraversa dei boschi molto belli ed è sospeso tra il Baldo, che da qui è davvero maestoso, e il lago in basso, con le sue sfumature di blu e azzurro.

san michele 8 nov (111)
inizio del tratto in discesa

Noi siamo perdutamente innamorati dei boschi autunnali e non mi sarei più stancata di fare foto…

colori così belli da sembrare irreali!
colori così belli da sembrare irreali!

Siamo rimasti incantati ad ascoltare il suono delle foglie che continuavano a staccarsi dai rami, ininterrottamente, a migliaia, facendo un suono simile alla pioggia che cade.

san michele malcesine novembre

La passeggiata, con bambini al seguito, dura circa 2 ore.

Terminato il Percorso della salute, ci si può fermare nel prato che circonda la chiesetta di San Michele. Il posto si presta molto bene per fare un pic nic o una semplice merenda.

autunno a malcesine

INFO PRATICHE

In macchina, si raggiunge località San Michele (ottime indicazioni stradali) sia da Malcesine che da Navene. La strada è ripida e in alcuni punti molto stretta. I posti auto, fuori stagione, non sono molti, ma più che sufficienti ad accogliere le auto degli escursionisti.

san michele 8 nov (104)

In alternativa, si può salire da Malcesine con la funivia. Prezzi qui

Noi siamo saliti in auto da Malcesine e siamo scesi da Navene, finendo sulla strada panoramica che corre in mezzo a centinaia e centinaia di olivi.

olio malcesine

Il percorso descritto può essere fatto in primavera, in estate e nelle giornate soleggiate d’autunno. Consigliate scarpe comode e chiuse.

san michele 8 nov (44)

La passeggiata è facile, ma non è percorribile con i passeggini. Non è adatta ai bambini molto piccoli.

Il
Il “circuito della salute” è sempre ben segnalato con frecce e cippi a terra. Impossibile perdersi!

Il percorso si snoda interamente all’interno della Foresta demaniale del Monte Baldo, gestita da Veneto Agricoltura e che si estede per circa 2700 ettari nei Comuni di Caprino, Ferrara, Brentino-Belluno e Malcesine. Nella parte inferiore crescono lecci, roveri, carpini e frassini; oltre gli 800 metri crescono faggi e abeti. Oltre ancora si estende la mugheta (pino mugo).

san michele 8 nov (141)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...